CAPITOLATO TECNICO

PREMESSA

L’intervento edilizio proposto a Costa Sant’Abramo ha l’obiettivo di offrire una soluzione abitativa caratterizzata da un elevato standard di qualità costruttiva teso soprattutto al risparmio energetico, con un rapporto qualità prezzo estremamente vantaggioso.

 

PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE

La progettazione dell’intervento edilizio è stata curata in modo da privilegiare alcuni aspetti importanti per assicurare il benessere e il comfort interno, il risparmio energetico e la qualità dei materiali impiegati.

 

 

RISPARMIO ENERGETICO

Certificazione energetica
In linea con la normativa vigente e soprattutto con la consapevolezza di come questo tema sia di fondamentale importanza per la gestione futura dell’abitazione, sia in fase di progettazione che in fase realizzativa, sono stati adottati sistemi di isolamento termico sia per le superfici opache (muri e tetto) sia per le superfici trasparenti (finestre e portefinestre) con valori migliorativi rispetto a quelli richiesti dalla normativa.
Questo e l’accuratezza di posa dei materiali isolanti al fine di ridurre e/o eliminare i ponti termici (causa di dispersione e di fenomeni di condensazione superficiale), permetterà di certificare l’abitazione con un fabbisogno annuo di energia inferiore a 45 kWh metro quadro, quindi in classe B.

La certificazione energetica tiene conto della presenza di pannelli solari fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per usi condominiali e di pannelli solari termici per l’integrazione di produzione di acqua calda sanitaria.
La produzione di energia elettrica dai pannelli fotovoltaici inoltre ridurrà a zero la spesa per i consumi elettrici condominiali.

Isolamento acustico
Il buon isolamento termico si traduce inoltre in un ottimo isolamento acustico dai rumori provenienti dall’esterno e in una generale sensazione di benessere abitativo interno.
Tutte le strutture che si affacciano all’esterno e quelle di divisione fra le unità, sia verticali che orizzontali, avranno i requisiti acustici passivi richiesti dalla nuova normativa.

L’utilizzo di fonti energetiche alternative (pannelli solari temici per integrazione acqua calda sanitaria e pannelli solari fotovoltaici per la produzione di energia elettrica) assieme all’adozione di un sistema di produzione del calore ad alto rendimento (generatori a condensazione a gas metano), oltre al già citato risparmio energetico, consente ad ogni utente di concretizzare il proprio contributo verso la tutela dell’ambiente riducendo le immissioni di CO2 in atmosfera.

 

 

CARATTERISTICHE GENERALI DELL’EDIFICIO

Strutture
Le strutture di fondazioni saranno in calcestruzzo RcK 250 opportunamente vibrato ed armato.
Le strutture in elevazione saranno formate da travi e pilastri in calcestruzzo armato.

Murature perimetrali
Piano interrato
Le murature di calcestruzzo nell’interrato saranno in getto di calcestruzzo armato RcK 250 dello spessore indicato negli elaborati di progetto esecutivo e giunto “water-stop” in corrispondenza della ripresa dei getti.
Piani fuori terra
La muratura sarà a cassa vuota costituita da blocchi di laterizio DOPPIO UNI di spessore cm 12 con addossato un pannello di lana di vetro di spessore cm 10, formazione di camera d’aria di cm 3 ed un laterizio alveolato semipieno dello spessore di cm 8 con creazione di malta di connessione dei laterizi, interni ed esterni, sia orizzontale che verticale e comunque a completo riempimento senza creazione di vuoti verso l’interno.

Copertura
Per gli edifici a tre piani fuori terra laterali il tetto sarà formato da muricci a gelosia con sovrapposti tavelloni di spessore cm 6 con soprastante soletta in calcestruzzo dello spessore di cm 4 con rete, atto a sopportare un sovraccarico utile accidentale di Kg 150/mq, mentre per l’edificio centrale a 4 piani la copertura del piano mansardato sarà composta da travetti in legno lamellare 4 fili, assito in perline in battuta spessore cm 2.5/3.0, barriera vapore ed isolamento con pannelli di fibra di legno spessore cm 12, soprastante assito in abete con formazione di aerazione minimo cm 4. Sopra la copertura viene posta guaina bituminosa impermeabilizzante. Il manto di copertura di tutte le palazzine sarà in cementegola. Le lattoniere (scossaline, canali e pluviali) saranno in rame.

Murature divisorie interne tra appartamenti
La muratura dovrà essere realizzata secondo le seguenti modalità e con l’impiego dei seguenti materiali:
•    Posa di laterizio DOPPIO UNI con fori verticali e percentuale di foratura < 45% dello spessore di cm 12
•    Creazione di rinzaffo con intonaco di cls spessore cm 1
•    N. 2 pannelli di fibralegno 250 LD spessore cm 2 posati a giunti sfalsati
•    Posa di 1 strato di lana di roccia di densità 40 Kg/mc spessore cm 4
•    Posa di laterizio semipieno con fori verticali

Finiture pareti interne
In tutti i locali le pareti ed i soffitti saranno rivestiti in intonaco al civile costituito da uno strato di intonaco rustico di malta di calce e cemento rinforzato da fibre di vetro e da uno strato di calce dolce ed arricciatura fine e tinteggiato con una mano di fondo e due di tempera, colori a scelta della D.L.
Durante l’esecuzione degli intonaci dovranno essere posati anche i necessari paraspigoli.

Pavimenti
I pavimenti di locali adibiti ad abitazione, compreso corridoio, saranno in gres porcellanato con mattonelle del formato 30×30 1° scelta del valore rilevabile dal listino prezzi ufficiale delle case produttrici presentate alla D.L. in vigore alla firma del contratto d’appalto, non inferiore a 25,00 €/mq con posa diritta e accostata con fuga mm 3 incollata su massetto in cls spessore cm 6 armato con rete elettrosaldata maglia 5×5 e posato su foglio di Nylon precedentemente collocato sulla guaina anticalpestio di spessore mm 4+4.
I pavimenti di balconi e logge saranno tutti in gres porcellanato 15×15.
Sui terrazzi verrà realizzata una doppia guaina di protezione.

Rivestimenti
I rivestimenti verticali dei bagni e della parete attrezzata della cucina, più le fasce da cm 60, saranno in piastrelle di ceramica smaltata con superficie decorata, di prima scelta e stessa tonalità fino ad un’altezza di mt 2.00 per i bagni e di mt 1.60 per la cucina con dimensioni cm 20×20 e dovranno avere disegni, colori e marca di primaria importanza, a scelta della D.L. e del valore rilevabile dal listino prezzi ufficiale della casa produttrice in vigore alla data del contratto d’appalto non inferiore a € 25,00/mq.
I contorni dei portoncini di ingresso e delle porte ascensore avranno spalle e celino in Beola Irania levigata anche sulle coste di spessore cm 2.
Le banchine orizzontali delle finestre saranno in Beola Irania spessore cm 3+3 con listello applicato levigata anche sulle coste con gocciolatoio.
Le soglie per porte esterne, per le portefinestre e per i balconi saranno in Beola Irania cm 3.

Serramenti, scuretti e porte
I serramenti esterni per finestre e portefinestre saranno del tipo a battente su asse verticale apribile verso l’interno con zanzariera scorrevole verticale per le finestre e per le portefinestre, questa compresa, e saranno muniti di falso stipite in abete e telaio fisso e mobile in legno di ABETE NETTO NODI dello spessore minimo di mm 68, con n. 2 guarnizioni poste sull’anta di cui una ad uso acustico ed una ad uso termico. Sulle finestre verranno posti in opera vetri di spessore minimo 4+4.2 acustico /15/3+3OPT con gas argon. Trasmittanza minima garantita compreso il telaio 1,55 Wmq/k, riferito alle finestre standard a due ante da 1500×1550 mm. Nei bagni le finestre saranno del tipo anta a ribalta.
Gli Scuretti saranno di tipo ripiegabile a doghe verticali in legno di Pino verniciati Noce, armati internamente e trasversalmente di tondini di acciaio fissati alle cerniere di sostegno in acciaio, tipo serramento antivento, completi di accessori per il sostegno e la chiusura.
I serramenti dei vani scala saranno in alluminio verniciati elettrocolore con vetro camera 4-12-4.
Porta garage basculante in lamiera zincata verniciata, con serratura tipo Yale completa di maniglia, griglie di aerazione a norme R.I. (1/30 della superficie).
Porta cantina in lamiera zincata.
Porte interne del tipo classic LNL10 della ditta Zanini ,tamburate in legno spessore mm 44, cieche con finitura a scelta in laminato tanganica naturale, noce, ciliegio o bianco.
Portone d’ingresso blindato modello BASIC ENU 1627 classe 3 con telaio in robusta lamiera d’acciaio SP 25/10 e kit per abbattimento acustico DB40.
Gruppo di chiusura serrature con 3 chiavistelli centrali e 2 laterali diametro mm 18.
La serratura di sicurezza viene corredata da una busta sigillata contenente 3 chiavi più una chiave di cambio.
La zoccolatura di tutti i locali degli appartamenti sarà in legno color noce o mogano verniciato con sguscio altezza cm 6.

Finiture parti esterne comuni e ingressi
La pavimentazione esterna per passaggi pedonali e marciapiedi sarà in autobloccante di forma rettangolare posato su sabbioncino completo di sottofondo in ghiaia e con colori a scelta della D.L.
Le scale interne, l’ingresso e i pianerottoli saranno rivestiti in Beola Irania levigata anche sulle coste con disegno e posa secondo le indicazioni della D.L.
La zoccolatura del vano scala sarà in Beola Irania levigata anche sulle coste h. cm 6.
Tutte le opere in ferro (ringhiere, balconi, cancelli pedonali e carrai) saranno zincate.
Le recinzioni nella parte verso il cortile interno e verso la strada saranno tutte composte da muretto in c.a. H=50 cm e soprastante cancellata in ferro zincata H=100 cm, tutte le recinzioni a divisione delle proprietà al piano terra saranno composte da muretto in c.a. H=50 cm e soprastante rete plastificata romboidale H=100 cm.
Per le zone verdi comuni verrà realizzata una prima sistemazione con terreno vegetale atto alla semina, tappeto d’erba, piantumazioni secondo indicazioni della D.L. ed impianto di irrigazione.
Per quanto riguarda le poste, verranno installate un adeguato numero di cassette postali all’ingresso.